Piattaforma
cementizia

Negli ultimi anni sono stati fatti enormi progressi dal punto di vista dell’efficientamento sismico degli edifici in laterizio, anche grazie a sempre più moderne e innovative tecniche di costruzione e di riqualificazione. Tuttavia, le murature tradizionali sono da sempre caratterizzate da un comportamento fragile, che ne limita fortemente la capacità di resistere alle energiche sollecitazioni di un evento sismico. Sono numerosi i casi in cui, a seguito di un violento terremoto, nonostante l’edificio non presenti cedimenti strutturali, le pareti di tamponamento hanno subito danneggiamenti tali da comprometterne l’integrità e causare danni alle persone all’interno e all’esterno degli edifici.

La tecnologia Zherorisk consentirà lo sviluppo di una nuova generazione di malte da muratura e leganti ecocompatibili che, grazie alla loro elevata duttilità, permetteranno di superare i limiti dei materiali tradizionali, aumentandone la capacità di dissipare e contrastare l’energia sprigionata in caso di un evento sismico.

Litokol, insieme a Università di Bologna e LARCOICOS, si è già mossa con successo nello sviluppo di strategie per il miglioramento delle proprietà antisismiche delle murature nell’ambito del Programma ITALICI (Bando MISE Industria2015-Made in Italy), che ha permesso il deposito di unl Brevetto per Malta duttile per tamponamenti a giunto sottile (n° BO2014A000649).

Nel settore malte da costruzione, ad oggi, non esistono e prodotti in grado di fornire caratteristiche di duttilità tali da garantire alla muratura la capacità di assorbire le deformazioni elastiche che coinvolgono l’intero edificio durante una scossa di terremoto come quella prodotta da Litokol.
Litokol potrà essere la prima azienda al mondo in grado di offrire sul mercato malte che possono contribuire a migliorare la sicurezza delle costruzioni soggette ad azioni sismiche che siano anche ecocompatibili.